Oratorio di Mocchirolo

Lentate sul Seveso

Oratorio di Mocchirolo

L’oratorio di Santa Maria Nascente in località Mocchirolo a Lentate sul Seveso, costruito intorno al 1369, è un esempio di cappella gentilizia voluta dalle famiglie aristocratiche. Il committente di questa cappella è stato Stefano Porro, funzionario visconteo al servizio di Beatrice Regina della Scala, moglie di Bernabò Visconti. La struttura architettonica semplice è risultata perfettamente idonea ad ospitare una decorazione: per questo il Conte Porro chiese al cosiddetto Maestro di Mocchirolo di affrescarla. Sebbene l’identità dell’affrescatore non sia accertata, è certa ed auto evidente l’influenza dei modelli toscani divulgati a Milano da Giotto e dai suoi allievi. Tuttavia, gli affreschi non si trovano più in questa cappella: sono stati strappati nel 1949 – per ovviare a una situazione di degrado ormai irreversibile – e sono oggi visitabili a Milano, alla Pinacoteca di Brera, dove sono posizionati in una sala che riproduce l’esatta sistemazione originale. All’interno della cappella si trovano oggi delle riproduzioni e alcune figure di profeti venute alla luce grazie a recenti lavori di restauro della struttura. Il ciclo di Mocchirolo mostra sulla parete sinistra le immagini di Sant’Ambrogio in cattedra e lo Sposalizio mistico di santa Caterina; una grande Crocifissione nell’abside piatta; il conte Porro e i familiari che offrono l’oratorio alla Vergine sulla parete destra, Cristo in mandorla tra i quattro evangelisti sulla volta.

Epoca di costruzione Epoca di costruzione
ca. 1369