Villa Mella

Limbiate

Villa Mella

La Villa Mella di Limbiate è l’attuale sede della biblioteca comunale e della sala consiliare “Falcone e Borsellino”, ed è una delle più note ed antiche tra le “dimore nobili” del comune di Limbiate: compare, infatti, già nelle mappe catastali del diciottesimo secolo (1724) pur risalendo certamente ad epoca antecedente. L’edificio non nasce come casa di prestigio e non presenta pertanto i caratteri aulici delle “ville di delizia”: nasce infatti come masseria, e lo si può vedere sia dall’impostazione dell’edificio intorno ad una corte centrale sia dalla mancanza di ampi ambienti interni. Dalla sua costruzione alla metà dell’Ottocento, pur cambiando molti proprietari, non modifica la sua morfologia: sarà la famiglia Bazzero – che acquisisce la villa dalla Contessa Castiglioni Rasini nel 1842 – a trasformarne la struttura, eseguendo numerosi lavori di ristrutturazione e dotandola di un bellissimo giardino all’inglese che arriva fino al confine delle Groane. Attualmente il giardino è aperto al pubblico e ungo i percorsi che seguono l’andamento delle curve di livello del terreno sono dislocate alcune statue e un piccolo bacino d’acqua.

Epoca di costruzione Epoca di costruzione
ca. XVIII sec.